Skip to main content

Studiare a Milano raccontato da ADT!

Benvenuti a Milano, la città che ha fretta e corre sempre! In metro e in auto tutti corrono ed è anche la città con il maggior numero di runner in Italia. Ti devi adattare e iniziare a correre anche tu.
Se studi a Milano non puoi perderti il Duomo e la Galleria Vittorio Emanuele II, in posti come City Life invece il verde incontra gli immensi palazzi della città.. 

Come mi sposto nella city?
A Milano ci sono 4 linee di metro, mille mila tra bus, tram e treni e poi ci sono tutti i servizi di sharing (macchine, motorini, biciclette e anche monopattini). Non hai scuse, puoi andare ovunque.  

Dove dormo?
Città studi & Navigli sono le zone migliori per gli studenti. 

Dove andrò a lezione?
Il dipartimento di Medicina e chirurgia dell’università statale di Milano si trova in Via festa del perdono numero 7 , invece la sede di medicina della Bicocca non è a Milano ma a MONZA? (trovi l’approfondimento in un altro articolo) 

Dove posso mettermi a studiare vicino alle sedi?
Puoi studiare nelle infinite biblioteche, al Parco Sempione se c’è il sole o in baretti carini come il Colibrì o il Combo! Se vuoi studiare in compagnia di amici pelosi, vai al crazy cat cafè! 

Sono affamato, dove vado?
Una delle maggiori istituzioni a Milano è L’APE”; il momento preferito degli studenti universitari e non puoi non andare a farne uno al The dome..
Inoltre devi per forza mangiare la cotoletta alla milanese, la famosa orecchia d’elefante che troverai Al Garghet. 

Cosa faccio nel free time?
Bhe, ovviamente devi fare almeno una partita di padel e poi potresti fare qualche lavoretto tipo lo steward negli stadi o ai concerti (e quindi approfittarne per vedere i tuoi atleti e cantanti preferiti!).
La sera per un buon drink vai al Nottingham Forest e al Raboucer! Se invece vuoi divertirti in modo sfrenato, non puoi non andare al TOM di lunedì, al gattopardo il giovedì e in Terrazza Duomo 21 il Venerdì… beh non tutti insieme, altrimenti l’università la vedrai con il binocolo!!

PS: L’università degli studi nasconde un segreto: era un ospedale, voluto da Francesco Sforza e chiamato “spedale degli innocenti” ospitava nella sala Crociera, i letti dei malati e i loro “armadietti”!!

Leave a Reply